Dottor Futuro

Le seconda e la terza serie di Dottor Futuro

La mia uscita di scena non fu l’unica che caratterizzò il passaggio ai nuovi episodi. Oltre a diversi avvicendamenti dietro le quinte, anche la conduttrice del programma fu cambiata. A Roberta Gangeri subentrò Stefania Castiglion, che poteva vantare una maggiore esperienza, soprattutto teatrale. La seconda serie del Dottor Futuro iniziò a ottobre con un episodio speciale doppio, che al suo interno conteneva due episodi di UFO. Questo consentì di ridurre al minimo i contenuti effettivi del programma, che essenzialmente si limitava ad annunciare la nuova serie, facendo guadagnare una settimana di tempo alla produzione, per cui la partenza effettiva fu il giovedì seguente. La formula adottata fu simile; non vennero più proposti i cortometraggi inviati dal pubblico, ma trovò spazio una rubrica dedicata alle uscite home video in DVD.

La seconda serie di Dottor Futuro andò avanti per 9 appuntamenti e si concluse a dicembre. Dopo una breve pausa natalizia, il programma tornò con un terzo e ultimo blocco di episodi. Anche questa volta l’episodio di apertura doveva consentire di guadagnare una settimana di tempo alla produzione, in quanto fu proposto “Il meglio di Dottor Futuro”, ovvero una selezione di servizi già andati in onda nella seconda serie. In questo ultimo blocco, composto da 8 appuntamenti, furono inclusi tutti gli episodi ancora non trasmessi di UFO, tutti in inglese con i sottotitoli italiani poiché si trattava di tutti episodi mai trasmessi dalla Rai (alcuni erano stati doppiati dalla TV Svizzera Italiana, ma TMC 2 non aveva accesso a questo secondo doppiaggio).

Stefania Castiglion ha sostituito Roberta Gangeri nella conduzione del programma per la seconda e terza serie.

Dopo la chiusura di Dottor Futuro, Stefania Castiglion proseguì con successo la sua carriera televisiva, arrivando a entrare nel cast della popolarissima soap CentoVetrine. Purtroppo è scomparsa prematuramente nel 2010 a soli 42 anni a causa di una malattia, lasciando il marito e due figli. Un destino infausto, che sfortunatamente avrebbe colpito ancora.